Perché le famiglie povere hanno tanti figli?

Ogni bambino è un dono e una gioia. Ma quando una famiglia vive in povertà e lotta per la sopravvivenza, perché i genitori decidono di avere tanti figli?

Perché le famiglie povere hanno tanti figli?


Nei Paesi poveri, sono molte le famiglie numerose. Ma le ragioni di questo fenomeno sono diverse: sociali, culturali, religiose o economiche.

A Compassion, siamo convinti che ogni bambino sia un dono prezioso da parte di Dio: “Ecco, i figli sono un dono che viene dal Signore; il frutto del grembo materno è un premio” (Salmo 127: 3)

Ogni bambino nasce con uno scopo e la sua vita ha un piano nel cuore di Dio. E in ogni caso, è nostra responsabilità prenderci cura dei piccoli più vulnerabili.

Scopri con noi 7 motivi legati alla presenza di tante famiglie numerose: alcuni ti sorprenderanno!


Perché le famiglie povere hanno tanti figli?


1. Alto tasso di mortalità infantile

In alcuni Paesi in via di sviluppo, il tasso di mortalità infantile è incredibilmente elevato.

I genitori tendono ad avere famiglie numerose perché tristemente sanno già che alcuni dei loro bambini potrebbero non sopravvivere.

Purtroppo, in Burkina Faso, più di 8 bambini su 100 muoiono prima di compiere 5 anni. Ad Haiti, 7 bambini su 100. Per fare un confronto, in Italia, le statistiche parlano di 0,2 bambini su 100.


2. Limitato accesso all’istruzione

In generale, maggiore è il grado di istruzione di una nazione, minore è il tasso di natalità.

In Burkina Faso, uno dei paesi più poveri del mondo, solo un terzo degli abitanti sa leggere e scrivere. Qui, le donne hanno in media 5 figli. In Italia, dove il tasso di alfabetizzazione è del 99,7%, una donna ha in media 1,29 figli.


Perché le famiglie povere hanno tanti figli?


Ma qual è il collegamento tra istruzione e natalità?

Secondo una ricerca UNESCO, garantire istruzione alle ragazze aiuta a limitare le gravidanze precoci. In base a questo studio, se le ragazze dell’Africa sub-sahariana e dell'Asia meridionale potessero andare a scuola, si registrerebbe un 60% in meno di gravidanze precoci.


3. Matrimoni precoci e forzati

In alcuni paesi, il ruolo tradizionale della donna è unicamente quello di essere moglie e mamma. Spesso, questo significa che le ragazze si sposano e hanno figli molto presto.


Perché le famiglie povere hanno tanti figli?


Nei paesi in via di sviluppo, una ragazza su tre è costretta a sposarsi prima dei 18 anni. Molte di queste giovani subiscono forti pressioni affinché restino incinte il prima possibile.

Per una ragazza, spesso questo significa abbandonare gli studi, con conseguenti limitate scelte di vita. In molti casi, il ciclo della povertà diventa difficile da spezzare.


4. Limitato accesso alla contraccezione

Secondo alcune stime, nei paesi più poveri del mondo, una donna su quattro non ha accesso a metodi contraccettivi sicuri.

Questo è dovuto a molte ragioni: mancanza di conoscenza, opposizione sociale o scarsa qualità dei prodotti disponibili. Inoltre, i canali di vendita dei contraccettivi non raggiungono le aree remote o rurali, dove vive la maggior parte delle famiglie in povertà estrema.


5. Cura degli anziani


Perché le famiglie povere hanno tanti figli?


In alcuni paesi in via di sviluppo, i governi non forniscono alcun tipo di pensione o assistenza agli anziani. Per questo, i genitori in età avanzata devono fare affidamento sui propri figli.

Molte coppie scelgono quindi di avere molti figli, per assicurarsi di essere accudite quando saranno anziane.

Ad esempio, in molti Paesi asiatici, figli e nipoti sono legalmente tenuti a fornire cibo, alloggio e cure mediche agli anziani genitori se questi non sono in grado di farcela da soli.


6. Necessità di forza lavoro

Più del 70% dei poveri del mondo vive in aree rurali. La maggior parte delle loro famiglie dipende dall’agricoltura di sussistenza.

In questi contesti, avere una grande famiglia è necessario per svolgere il lavoro nei campi senza dover assumere altri contadini.


Perché le famiglie povere hanno tanti figli?


Questi semplici famiglie contadine non possono permettersi di pagare altri lavoratori. Il lavoro dipende unicamente da se stessi e dai propri figli. Per loro, una famiglia numerosa può essere l’unico modo per sopravvivere.


7. Tradizioni religiose e culturali

A motivo di alcune tradizioni, molte famiglie scelgono di non utilizzare metodi contraccettivi.

Ad esempio, in alcuni Paesi dell’America Latina, a motivo di radicate norme sociali e religiose, le famiglie non hanno accesso a risorse per la contraccezione e l’assistenza sanitaria neonatale, soprattutto nei villaggi rurali.


In ogni caso, siamo convinti che il numero di bambini che una famiglia decide di avere è una decisione personale che va sempre rispettata.

I nostri operatori, a fianco delle chiese locali, accoglieranno e aiuteranno sempre tutti bambini che hanno bisogno.


Sostieni a distanza una bambina

Sostenendo a distanza una bambina, le permetterai di andare a scuola e di avere un’istruzione migliore e un buon lavoro. Grazie ai nostri volontari, conoscerà i suoi diritti e il suo valore agli occhi di Dio.

Crescendo, potrà diventare una giovane e una donna consapevole delle sue capacità e dei suoi talenti!

Sostieni ora


Fonti: UNICEF, State of the World’s Children; Population Reference Bureau; UNICEF, Girls’ Education; UNFPA, Child Marriage; UNFPA, Marrying Too Young; World Health Organisation; New York Times; The Economist; Girls’ Globe.

Articoli recenti

Ogni mese, le storie più belle nella tua email

Compassion logo
Codice Fiscale 97590820011 - CC Postale 19311141
© 2020 Compassion Italia Onlus - Dal 1952 ci dedichiamo a livello internazionale all'adozione a distanza e aiutiamo 2 milioni di bambini in Asia, Africa e America Latina

Powered by Contentful