Kenya: in preghiera per la pioggia

La siccità sta devastando i raccolti del Kenya. Sempre più bambini rischiano fame e malnutrizione, ma siamo all’opera insieme alle chiese locali per soccorrerli.

Kenya: in preghiera per la pioggia


Nuvole cupe coprono il cielo, preannunciando l’arrivo delle piogge. Eppure, sul terreno non cade nemmeno una goccia.

Ha piovuto a maggio, abbastanza per far germogliare i raccolti. Poi, quattro mesi senza pioggia hanno bruciato sul nascere ogni pianta. Il Kenya ha dichiarato la siccità un disastro nazionale.


Kenya: in preghiera per la pioggia


Per la prima volta in 75 anni, l’aridità dei terreni ha causato un peggioramento della sicurezza alimentare per circa 3,5 milioni di persone. I raccolti sono persi e la situazione è ormai disperata.

Le autorità del Kenya stimano che un milione di bambini di età inferiore a cinque anni sia gravemente malnutrito.

Kenya: in preghiera per la pioggia


Catherine, madre di tre bambine, vive in una provincia classificata come semiarida. Raccoglie legna da ardere come mezzo per provvedere alle sue bambine. Stella, sua figlia, ha otto anni ed è sostenuta da Compassion.

Questa mamma ha sempre coltivato miglio e fagioli: “La pioggia è sempre arrivata: sapevo esattamente quando piantare e quando raccogliere”, racconta.


Kenya: in preghiera per la pioggia


Prima sono arrivate le locuste, che hanno distrutto l’orto mentre stavo per raccogliere. Ho perso quasi tutto quello che avevo piantato. Poi è arrivata la siccità e senza acqua il cibo non può crescere”.

Con tante richieste di aiuto, il centro Compassion ha dovuto trovare delle soluzioni.


Kenya: in preghiera per la pioggia


Grazie alla generosità di tanti donatori, il centro ha potuto donare a 133 famiglie scorte alimentari del valore di 30 euro, tra giugno e luglio 2022. La famiglia di Catherine è una di quelle beneficiarie.

“Il cibo che abbiamo ricevuto da Compassion e dalla chiesa è stato un grande sollievo!”, racconta Catherine.


Kenya: in preghiera per la pioggia


Grazie alla distribuzione di cibo, Catherine può continuare col suo lavoro di vendita di legna, permettendo alle sue bambine di studiare, con la certezza di avere qualcosa da mangiare a casa.

Molte altre famiglie colpite hanno dovuto trovare modi diversi di far fronte per guadagnarsi da vivere: “Abbiamo visto molte donne impegnarsi in lavori di edilizia o nella produzione di carbone, solo per poter comprare un po’ di cibo”, spiega Benedict, operatore Compassion.


Kenya: in preghiera per la pioggia


Oltre a soddisfare i bisogni immediati, collaboriamo con le chiese locali per realizzare un sostegno più sostenibile per bambini e famiglie.

“Il problema più grande è l’accesso all'acqua. La terra è fertile, ma senza pioggia il cibo non può crescere, aggiunge Benedict. “Insieme alle chiese, stiamo lavorando per aiutare i bambini e sostenere le famiglie tramite coltivazione di piante che non hanno bisogno di molta acqua”.


Kenya: in preghiera per la pioggia


Le famiglie stanno affrontando la minaccia della fame a causa del clima arido. Catherine, le sue bambine e gli altri abitanti, non possono far altro che pregare per l’arrivo delle piogge.

“Sono grata a Dio perché attraverso Compassion stiamo ricevendo scorte di cibo. Che Dio benedica tutti coloro che hanno donato per aiutarci!” conclude Catherine.


Kenya: in preghiera per la pioggia


Sostieni a distanza un bambino

Grazie al sostegno a distanza aiuterai i nostri operatori e i volontari delle chiese locali a prendersi cura delle vite dei bambini che vivono in povertà.

Sostieni a distanza: insieme a te, possiamo fare la differenza.

Sostieni un bambino, ora

Oppure, aiutaci con una donazione. Grazie per il tuo prezioso aiuto!

Articoli recenti

Ogni mese, le storie più belle nella tua email

Compassion logo
Codice Fiscale 97590820011 - CC Postale 19311141
© 2022 Compassion Italia Onlus - Dal 1952 ci dedichiamo a livello internazionale all'adozione a distanza e aiutiamo 2 milioni di bambini in Asia, Africa e America Latina

Powered by Contentful