Indonesia: la seconda scuola di Queeny

Durante il lockdown, Queeny non poteva frequentare la sua scuola. Ma gli insegnanti del nostro centro hanno continuato a sostenere l’istruzione di tanti bambini come lei.

Indonesia: la seconda scuola di Queeny


Andare a scuola è un diritto di ogni bambino. Tuttavia, la pandemia ha causato la chiusura di tantissime scuole in tutto il mondo, lasciando molti bambini esclusi dall’istruzione.

Un centro Compassion, in Indonesia, ha sviluppato un modo creativo per far sì che i bambini delle famiglie più povere possano continuare con il loro apprendimento.


Indonesia: la seconda scuola di Queeny


“Nonostante la chiusura delle scuole, volevamo che i nostri bambini potessero studiare”, dice Alfrida, responsabile di un centro. “Ho chiamato tutti gli insegnanti, per riunirci e pensare alla migliore soluzione”.

Dopo diversi incontri, i nostri operatori hanno iniziato a creare schede di lavoro per gli studenti. Il materiale didattico è una combinazione tra le tipiche lezioni del centro Compassion e quelle della scuola.

Così, a partire da aprile 2020 a oggi, Alfrida e gli altri insegnanti hanno continuato a creare, aggiornare e distribuire materiale didattico a casa dei bambini.


Indonesia: la seconda scuola di Queeny


Durante queste visite, i bambini e i nostri insegnanti possono parlare delle sfide incontrate e dell’argomento delle lezioni.

“Ogni settimana, gli insegnanti del centro Compassion ci danno quattro fogli di lavoro”, racconta Queeny, 10 anni. “Questo mi aiuta a studiare, ogni giorno”.


Indonesia: la seconda scuola di Queeny


Per questa bambina, i fogli di lavoro sono un importante strumento di coinvolgimento formativo.

Posso sfruttare il mio tempo libero imparando cose nuove. Mi piacciono i fogli di lavoro perché ci sono quiz, frasi da completare e disegni da colorare”, spiega.


Indonesia: la seconda scuola di Queeny

“Le mie materie preferite sono la matematica e l'inglese. Mi piace imparare a presentarmi in inglese”

“Mi piacciono anche le attività creative, grazie alle quali ho realizzato due collage con fotografie trovate tra vecchi fogli di giornale”, aggiunge.

A partire dallo scorso inverno, le restrizioni causate dalla pandemia sono diventate più complesse. Il villaggio è stato bloccato per settimane, dopo diversi casi di contagio tra gli abitanti.

Finalmente, dopo qualche tempo, il blocco è stato revocato e i tutor hanno potuto tornare a casa dei bambini.


Indonesia: la seconda scuola di Queeny


Non vedevo l’ora di ricevere i miei nuovi fogli di lavoro, perché volevo scoprire le nuove attività da completare”, spiega Queeny.

Grazie alla risposta positiva dei bambini, la nostra squadra locale ha deciso di continuare a produrre le schede di lavoro, anche dopo l’emergenza.

“La creazione di questo materiale didattico ha incoraggiato tutti a diventare più creativi, anche nei momenti difficili, spiega Alfrida.

“Gli insegnanti del centro si completano a vicenda, condividono le loro conoscenze e fanno tutto il possibile per aiutare i bambini”

Ora, grazie a una migliore condizione sanitaria nel villaggio in cui vive, Queeny può tornare a riunirsi con gli altri bambini, in piccoli gruppi, per imparare insieme e all’aperto.


Indonesia: la seconda scuola di Queeny


Mi mancavano tanto questi momenti, per giocare e studiare con i miei amici. Non vedevo l'ora di stare di nuovo coi miei insegnanti. Voglio diventare un medico, quindi continuerò a studiare con impegno”.


Fai la differenza nella vita dei bambini

Col tuo aiuto, possiamo aiutare bambini e ragazzi come Brenda, anche durante la pandemia.

Sostieni a distanza: insieme a te, possiamo fare la differenza.

Sostieni a distanza, ora

Oppure, aiutaci con una donazione. Grazie per il tuo prezioso aiuto!

Articoli recenti

Ogni mese, le storie più belle nella tua email

Compassion logo
Codice Fiscale 97590820011 - CC Postale 19311141
© 2021 Compassion Italia Onlus - Dal 1952 ci dedichiamo a livello internazionale all'adozione a distanza e aiutiamo 2 milioni di bambini in Asia, Africa e America Latina

Powered by Contentful