Ecuador: un passo in più nella lotta alla fame

Milioni di bambini sono colpiti dalla crisi alimentare globale. Il problema è mondiale, ma combattiamo a livello locale per proteggere i più vulnerabili.

Ecuador: un passo in più nella lotta alla fame


In Ecuador, un centro Compassion sta aiutando i bambini a mangiare cibo sano e frutti prodotti dai contadini locali.

Nel 2022, a causa della crisi alimentare globale, il numero di persone che soffrono la fame è passato da 282 milioni a 345 milioni nel 2022 (dati World Food Programme).


Ecuador: un passo in più nella lotta alla fame


La scarsità di cibo e gli alti prezzi dei prodotti essenziali rappresentano un rischio significativo per i bambini che vivono in povertà, aggravando sempre di più la loro situazione.

Nel villaggio di Durán (Ecuador), il centro Compassion e la chiesa locale hanno deciso di affrontare la malnutrizione infantile, affinché tutti i bambini siano protetti dalle conseguenze di questo problema che colpisce milioni di persone.


Ecuador: un passo in più nella lotta alla fame


Ogni giorno il cibo costa di più ed è più difficile da trovare. Ecco perché abbiamo deciso di acquistare più frutta e verdura prodotta dagli agricoltori locali, per ridurre il rischio di malnutrizione", afferma Andrea, responsabile del centro.

Frutta e verdura sono alimenti fondamentali nella dieta dei bambini. In Ecuador vengono prodotte grandi quantità di frutta biologica e il suo prezzo è inferiore a quello di prodotti provenienti dall’estero.


Ecuador: un passo in più nella lotta alla fame


La chiesa locale acquista grandi quantità di frutta per sfamare i bambini della comunità: ogni settimana i bambini possono anche portare a casa un cesto di frutta e verdura.

I bambini adorano la frutta e ogni settimana mangiano al centro Compassion.

“Quando vengo qui, la cosa che preferisco è mangiare l'anguria!” spiega Justin, uno dei bambini accolti del centro.


Ecuador: un passo in più nella lotta alla fame


I piccoli non comprendono fino in fondo la grave crisi che sta affliggendo il mondo. Tuttavia, la chiesa insegna loro ad essere grati e a non sprecare il cibo che ricevono, poiché molti altri soffrono la fame.

“Preghiamo ogni giorno per tutti i bambini del mondo che non hanno cibo”, dice Itzel, una bambina sostenuta a distanza.


Ecuador: un passo in più nella lotta alla fame


Inoltre, i nostri operatori stanno aiutando i genitori dei bambini a realizzare piccoli orti domestici, affinché possano coltivare il proprio cibo.

Questi sforzi stanno aiutando i più vulnerabili della zona, ma nel resto del mondo i bambini che soffrono la fame estrema continuano ad aumentare. Tuttavia, insieme alla chiesa, siamo certi che Dio non dimentica ciò che il mondo sta attraversando.


Ecuador: un passo in più nella lotta alla fame


"Dobbiamo essere buoni amministratori delle risorse che Dio ci dà", dice Andrea. “Finché Dio ci permetterà di continuare a operare, faremo tutto ciò che possiamo affinché nessun bambino soffra la fame.


Aiutaci con una donazione


Sostieni a distanza un bambino

Grazie al sostegno a distanza aiuterai i nostri operatori e i volontari delle chiese locali a prendersi cura delle vite dei bambini che vivono in povertà.

Sostieni a distanza: insieme a te, possiamo fare la differenza.

Sostieni un bambino, ora

Articoli recenti

Ogni mese, le storie più belle nella tua email

Compassion logo
Codice Fiscale 97590820011 - CC Postale 19311141
© 2023 Compassion Italia Onlus - Dal 1952 ci dedichiamo a livello internazionale all'adozione a distanza e aiutiamo 2 milioni di bambini in Asia, Africa e America Latina

Powered by Contentful