Bangladesh: ecco la nostra prima biblioteca

Se in alcuni Paesi l’istruzione femminile è ostacolata, noi facciamo l’esatto opposto: sosteniamo l’istruzione di bambine e ragazze, anche creando biblioteche!

Bangladesh: ecco la nostra prima biblioteca


“Hai sentito la notizia? Il centro Compassion ha aperto una biblioteca, esclama Biren. “Ma che cosa vuol dire?”, chiede sua moglie Kamini.

Questi genitori sentono parlare di una biblioteca per la prima volta. Prima di vederla con i propri occhi, non immaginavano neppure che potessero esserci così tanti libri in un unico posto.


Bangladesh: ecco la nostra prima biblioteca


Nel nord del Bangladesh, i genitori di Ripa non hanno mai avuto l’opportunità di leggere, studiare, imparare. Appena bambini, furono costretti a lavorare nelle risaie, senza mai poter avere un’istruzione.

In questo villaggio, dove l'elettricità non ha ancora raggiunto tutti gli abitanti, avere accesso ai libri è sempre stato impossibile. Tuttavia, poter leggere è un sogno diventato realtà, da quando Compassion ha realizzato la prima biblioteca del posto.

Quando i nostri operatori hanno iniziato a trasportare pesanti scaffali al centro Compassion, la notizia si è subito diffusa. Gli abitanti erano confusi: nessuno aveva idea di cosa significasse "biblioteca" o quale fosse il suo scopo.


Bangladesh: ecco la nostra prima biblioteca


Abbiamo spiegato ai genitori cosa fosse una biblioteca per bambini e che sarebbe sorta all’interno del centro Compassion”, racconta Mina, responsabile del centro.

I più piccoli, in effetti, erano gli unici ad aver immaginato cosa nascondesse quel via vai di scatoloni: nuovi libri da leggere!

E così, al termine delle lezioni, Mina ha posto una domanda ai bambini: “Quanti di voi sanno come prendere in prestito i libri appena arrivati?”


Bangladesh: ecco la nostra prima biblioteca


Dapprima, i bambini si sono guardati l’un l’altro, ma dopo qualche istante di silenzio, tutti erano pronti a chiedere informazioni in più: Mina ha efficacemente destato l’interesse dei bambini!

Ora, anche i ragazzi delle scuole superiori sono entusiasti di avere accesso ai libri per esercitarsi per gli esami. Sono libri costosi per le famiglie, che hanno a malapena cibo sufficiente nei piatti.

Ora, tutti i bambini sono incoraggiati a leggere e portare a casa i libri che desiderano. Vedere i propri figli, assorti nella lettura di un libro, rende orgogliosi i genitori.

“Ogni due settimane, mia figlia Ripa porta a casa libri da leggere”, commenta papà Biren. Sono fiero di lei: sa leggere e scrivere, è qualcosa che non sono mai stato in grado di fare”.

Ripa ha scoperto quanto la biblioteca la stia aiutando con i suoi studi.


Bangladesh: ecco la nostra prima biblioteca


“Con l'accesso a tutti i libri della biblioteca, ho potuto leggere libri, riviste e fare pratica per gli esami di fine anno, direttamente nel mio villaggio. Tutti noi studenti siamo felici che il centro abbia pensato di donarci questa biblioteca”, spiega.

Anche Itti è d'accordo: “Grazie ai libri della biblioteca, i miei esami di terza media sono stati un successo! Non vedo l'ora di fare ancora meglio nei miei prossimi esami”.

Secondo dati della World Bank, circa il 30% degli abitanti del Bangladesh non sa né leggere né scrivere. I libri e i materiali didattici forniti dalla biblioteca stanno facendo la differenza per i bambini, che possono studiare – proprio come i bambini più benestanti. Anche i genitori imparano dai loro figli, ascoltandoli con entusiasmo mentre leggono ad alta voce.


Bangladesh: ecco la nostra prima biblioteca


Questa biblioteca sta già facendo la differenza: è una delle prime in Bangladesh, ma siamo certi che non sarà l'ultima.


Sostieni a distanza una bambina o un bambino

Grazie al sostegno a distanza aiuterai i nostri operatori e i volontari delle chiese locali a prendersi cura delle vite dei bambini che vivono in povertà, anche per la loro istruzione.

Sostieni a distanza: insieme a te, possiamo fare la differenza.

Sostieni a distanza

Articoli recenti

Ogni mese, le storie più belle nella tua email

Compassion logo
Codice Fiscale 97590820011 - CC Postale 19311141
© 2023 Compassion Italia Onlus - Dal 1952 ci dedichiamo a livello internazionale all'adozione a distanza e aiutiamo 2 milioni di bambini in Asia, Africa e America Latina

Powered by Contentful